I vignaioli cosentini a Milano per Golosaria 2019

Da qualche tempo c’è “movimento” tra i giovani produttori del cosentino. Tutto è nato a margine di “Only Wine Festival” a Città di Castello (PG), “ci siamo messi attorno ad un tavolo e abbiamo iniziato a mettere ordine alle idee in comune. Non sapevamo che quella sera avremmo dato il via alla scintilla che oggi ci sta portando, in maniera unita e compatta, per la prima volta ad un evento enogastronomico fra i più importanti in Italia, Golosaria” afferma Valerio Cipolla di Tenuta Celimarro, uno degli animatori insieme ai suoi giovani colleghi del collettivo che da domani sarà protagonista a Milano per l’evento prodotto da Club di Papillon di Paolo Massobrio.

Al momento fanno parte del gruppo 11 aziende dal Pollino a Donnici e ci sono altri vignaioli interessati ad entrare nella rete

  1. Azienda Agricola Cerchiara di Civita (Agostino e Vincenza Cerchiara)
  2. Cantine Elisium (Andrea e Marco Caputo)di Borgo Partenope (Cosenza)
  3. Rocca Brettia (Alessandro Volpe e Ileana Ferraro) di Donnici (Cosenza)
  4. Cantine Giraldi (Alessandro e Pierfrancesco Giraldi) di Rende
  5. Tenuta Celimarro (Valerio Cipolla) di Castrovillari
  6. L’Antico Fienile Belmonte (Ida e Simona Belmonte, Luigi Perrone) di Altomonte
  7. Azienda Vinicola Manna (Ernesto Manna) di Frascineto
  8. Cantine Chimento (Vincenzo Chimento) di Santa Sofia d’Epiro
  9. Archeo-Enologica Dì Bafaro – ACRONEO (Gabriele Bafaro) di Acri Vini biologici in anfora Azienda
  10. Agricola Maradei (Gina Bavasso) Saracena Vini biologici e Biodinamici anche in anfora
  11. Azienda Agricola Diana (Biagio Diana) Saracena

Lo scopo del gruppo è ovviamente quello di fare rete, abbandonando le logiche individualistiche del passato per promuovere insieme il territorio vitivinicolo sia dentro che fuori regione e far conoscere i vitigni autoctoni ancora poco conosciuti ma molto apprezzati.

 

A Golosaria porteranno la bandiera del gruppo 7 delle 11 aziende ed esporranno insieme sotto l’insegna VIGNAIOLI COSENTINI:

Cantine Elisium (Andrea e Marco Caputo)di Borgo Partenope (Cosenza)
Rocca Brettia (Alessandro Volpe e Ileana Ferraro) di Donnici (Cosenza)
Cantine Giraldi (Alessandro e Pierfrancesco Giraldi) di Rende
Tenuta Celimarro (Valerio Cipolla) di Castrovillari
L’Antico Fienile Belmonte (Ida e Simona Belmonte, Luigi Perrone) di Altomonte
Azienda Vinicola Manna (Ernesto Manna) di Frascineto
Cantine Chimento (Vincenzo Chimento) di Santa Sofia d’Epiro

Il vino è da sempre un elemento portante di Golosaria, mai come quest’anno l’affondo sarà esaustivo e variegato, con due formule di assaggio pensate per i visitatori. Una più libera, nell’area Wineemotion (Level 0), con 120 bottiglie in degustazione. Una più approfondita, con contatto diretto con le Cantine Top Hundred e wine tasting (Level 1).

Insieme ai Vignaioli cosentini ci saranno altre 3 aziende del vino dalla regione

Baccellieri – Bianco (RC)
Nesci – Palizzi (RC)
Serracavallo – Bisignano (CS)