La manifestazione dedicata ai vini arbëreschë

Lo scorso fine settima si è tenuta a Vaccarizzo Albanese, la 14esima edizione del concorso dei vini arbëreschë, un’insolita gara tra i vini casalinghi prodotti da cittadini della grande comunità albanofona calabrese. A giudicare i vini partecipanti al Concorso è stata la commissione composta da Antonio DE SIMONE e Rino SARRANTONIO, sommelier della Scuola Europea Sommelier di NAPOLI, Lucia TELESCA, sommelier della AIS (Associazione Italiana Sommelier) BASILICATA, dal Professore Giuseppe BLAIOTTA del dipartimento agraria dell’Università FEDERICO II di Napoli, da Francesco PINGITORE, delegato della Scuola Europea Sommelier CALABRIA, Claudio FERRARA, delegato della SES MESSINA e Lorella FUSARO dell’ONAV, organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino.

Antonietta PASQUA e Pietro GODINO di Vaccarizzo, Mario AZZINARI di Santa Sofia d’Epiro, sono nell’ordine, i primi tre classificati per la categoria ROSSO. Sul primo gradino della categoria BIANCO è salito Annunziato GODINO (Vaccarizzo); sul secondo Mattia VANGIERI (San Giorgio), sul terzo Giuliano CONFORTI (San Giorgio). ROSATO. I primo tre classificati sono Giuseppe CORINO (Vaccarizzo), Mattia VANGIERI (San Giorgio) e Fiorella SPROVIERI (San Giorgio).

La 14esima edizione del CONCORSO VINI ARBËRESHË è idealmente partita (nel pomeriggio di sabato 23) con la consegna della bandiera e della speciale maglietta Slow Food, tradotta in arbëreshë Tue Ngrënë Dal’e Dalë, al Primo Cittadino da parte del Fiduciario Lenin MONTESANTO e del vice fiduciario Stefano PIRILLO che hanno ufficializzato la nascita della terza sede della Condotta Pollino Sibaritide Arberia, prima in Calabria e quarta in Italia per numero di iscritti. La maglietta del sodalizio della chiocciola rossa è stata consegnata anche al Sindaco albanese Nesim SPAHIU di SKRAPAR ed al Presidente di Coldiretti Calabria Pietro MOLINARI, con il quale la Condotta ha organizzato l’evento regionale